Oggi forse questo spettacolo ci appare ovvio, ma all’epoca nessun musicista si esprimeva con tanta esuberanza. Con quello stile, Armstrong ha fondato l’atteggiamento moderno della pop star, lo stile che fonda musica e spettacolo. Infine, quando imbocca la tromba, gli occhi chiusi, emerge con una posa scultorea per distillare, puro e splendente, il coronamento sonoro della sua arte

Stefano Zenni

Louis Armstrong. Satchmo: oltre il mito del jazz

 

 

Stampa Alternativa

Ore 21:30

con Enrico Rava

letture Giulia Nervi

 

Attraverso la parabola esemplare di una vita che nasce dalla miseria di New Orleans e culmina nella fama universale, Satchmo ha lasciato un’immensa eredità musicale: la trasformazione stilistica della tromba, l’invenzione del solismo jazz, la radicale rivoluzione del canto. Ma dietro il consumato intrattenitore umoristico e geniale – che pure ha cambiato il corso della storia – c’è molto altro: ci sono l’attore di cinema, lo scrittore compulsivo, il cittadino sostenitore dei diritti civili, lo sperimentatore di tecnologie, il professionista accorto nel difficile mondo del jazz, il creativo che lavora sul linguaggio e sulle immagini. A più di vent’anni dalla prima edizione, questo libro celebra in una versione ampliata e aggiornata la musica, i retroscena, l’uomo, le azioni, le idee e le parole dell’artista afroamericano più influente del nostro tempo.

Stefano Zenni (Chieti, 1962) insegna Storia del jazz e della musica afroamericana presso il Conservatorio di Bologna e Storia della Musica presso la scuola di teatro L’Oltrarno del Teatro della Pergola di Firenze, diretta da Pierfrancesco Favino. Dal 1998 è direttore artistico della rassegna Metastasio Jazz presso il Teatro Metastasio di Prato. È stato direttore artistico del Torino Jazz Festival dal 2013 al 2017. Dal 2012 tiene con successo il ciclo “Lezioni di jazz” presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Candidato ai Grammy Awards come autore di note di copertina, collabora da anni con Rai Radio3. Per Stampa Alternativa ha pubblicato: volumi su Herbie Hancock e Charles Mingus, oltre a I segreti del jazz (Premio Migliore libro di saggistica su musica internazionale 2007-2008 al 1° Festival del Libro Musicale di Sanremo) e Storia del jazz. Una prospettiva globale. Del 2016 è Che razza di musica. Jazz, blues, soul e le trappole del colore (EDT).