Qualunque cosa gli capitasse di fare riusciva a trasformarla in bellezza, a volte magari grottesca o addirittura diabolica ma sempre alimentata da una volontà generatrice

Carlo G. Valli

La pentola di Leonardo. Storie di corte, di vita quotidiana, di cibo, di cucina

 

 

Cierre Edizioni

Ore 21:30

con Daniel Canzian

conduce Giuliano De Risi

letture Giulia Nervi

 

Nel 2019 ricorrono i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Il libro parte da questo evento per descrivere un aspetto inaspettato della sua multiforme personalità: oltre che sommo pittore, scultore, architetto, fisico, geologo, musicista, poeta, egli è stato cerimoniere di corte, organizzatore di spettacoli e banchetti e appassionato di cucina. Ha approfondito l’uso del fuoco, i sistemi di cottura e di pulizia, e ha inventato alambicchi, impianti e forni: marchingegni documentati in questo libro con i disegni e gli appunti originali. Nella “pentola di Leonardo” troviamo approfondimenti sulla sua attività di cerimoniere e regista di convivi e anche sulla sua vita quotidiana. Egli conosceva e praticava le ricette del tempo ed era sensibile ai prodotti della terra, che sapeva come trattare e lavorare. Dai suoi taccuini emergono le liste delle spese alimentari giornaliere, che ci consentono di definire il suo stile di vita e i suoi gusti. Argomenti minori ma di grande interesse e spesso ignorati o non sviluppati nella enorme bibliografia dedicata a Leonardo. Ripercorrendo l’esistenza del grande uomo d’ingegno dalla nascita alla morte, in queste pagine l’autore si concentra in particolare su tali attività, colmando una lacuna nella divulgazione della grandiosa epopea leonardesca.

 

Carlo G. Valli, docente universitario di marketing e comunicazione, di occupa di storia degli alimenti e di tradizioni popolari. Su questi argomenti ha scritto una quarantina di volumi, tra cui: C’erano una volta i vecchi mestieri (Cierre 2001), Gli antichi sapori dei mangiari di strada (Cierre 2003), La storia della pentola (Bibliotheca Culinaria 2004), La Pasta. Viaggio in Italia (Agra 2005, tradotto in Usa, Gran Bretagna, Germania, Francia), Vini e miti (Cierre 2008, vincitore del Premio Cesare Pavese), Marchesi si nasce (Rizzoli 2010), Sole, sale, vento, fuoco (Cierre 2012), Un cuoco costava più di un cavallo (Cierre 2016).