Intesa Sanpaolo rinnova la partnership con Capalbio Libri 2020

Intesa Sanpaolo rinnova anche quest’anno la partnership con Capalbio Libri 2020, il festival sul piacere di leggere, ideato e diretto da Andrea Zagami, e in programma dal 5 al 9 agosto. L’impegno rientra in un più ampio intervento di Intesa Sanpaolo a favore dell’editoria italiana, del valore del libro e della letteratura, sperimentato con il sostegno a iniziative come il Salone Internazionale del Libro di Torino, Bookcity a Milano, Napoli Città Libro, il Festivaletteratura a Mantova e con il supporto ad altri progetti diffusi in tutta italia.

Il sostegno di Intesa Sanpaolo a questa iniziativa è un ulteriore segnale di ripresa della vita sociale e culturale del paese, anche in un momento difficile e complesso come quello vissuto a causa dell’epidemia da coronavirus, per il quale il gruppo sin dalle prime fasi ha messo in atto una serie di importanti iniziative per contrastare la diffusione del virus.

Nel desiderio di concorrere alla crescita non solo economica, ma anche culturale e civile del paese, oltre alle partnership con importanti istituzioni ed enti locali, Intesa Sanpaolo ha elaborato il Progetto Cultura, che ha come principale obiettivo la conservazione, valorizzazione e condivisione con il pubblico del cospicuo patrimonio artistico del gruppo, una delle maggiori collezioni in europa. In questo ambito sono nate le Gallerie d’Italia, i musei di Intesa Sanpaolo a Milano, Napoli e Vicenza, e prossimamente a Torino, dove è esposta una selezione delle oltre 30 mila opere appartenenti al patrimonio d’arte del gruppo, dall’archeologia al contemporaneo. Accanto alle esposizioni permanenti, le Gallerie d’Italia propongono mostre temporanee secondo progetti scientifici originali, realizzate anche grazie a prestiti e scambi con importanti istituzioni museali nazionali e internazionali.

Il progetto cultura contribuisce anche alla salvaguardia del patrimonio culturale del paese tramite Restituzioni, il progetto che cura e promuove il restauro di opere d’arte, in collaborazione con gli organismi di tutela. avviato nel 1989, restituzioni ha consentito di restituire alla godibilità pubblica 1500 beni artistici.

Infine, Intesa Sanpaolo sostiene e valorizza l’Archivio Storico del Gruppo, che rappresenta uno dei più importanti archivi bancari a livello europeo, con circa 12 km di documentazione cartacea i cui estremi cronologici vanno dal 1472 al 2006, migliaia di video e milioni di fotografie, una collezione di 1500 salvadanai da tutto il mondo, oltre a una sezione iconografica composta da disegni architettonici, bozzetti, manifesti e grafica pubblicitaria.   

Lascia un commento